Gallucci e Benvenuti Convocati in Azzurro

Il “due senza” femminile della Canottieri San Miniato convocato in azzurro per la partecipazione dei Campionati Europei.

Nonostante il lockdown imposto per il Covid-19  la Canottieri San Miniato  ha continuato ad tenere i propri atleti in attività, organizzando sin da subito allenamenti in teleconferenza: tutti i giorni  gli allenatori di riferimento si collegavano con i ragazzi delle varie categorie e insieme svolgevano un programma di allenamento specifico.  Ovviamente essendo a casa quasi tutto lavoro a corpo libero e circuiti di coordinamento in fase aerobica. Questo progetto, voluto dal presidente Enzo Ademollo, mirava prima di tutto a non lasciare soli i ragazzi e spezzare così quell’isolamento e monotonia che poteva esser dannoso per lo stato psicofisico degli atleti.  La riposta di partecipazione a questi momenti è stata sorprendente - tutti hanno partecipato con entusiasmo e impegno. Quando siamo finalmente riusciti e ritornare al nostro lago e ricominciare gli allenamenti su barche singole e lavoro all'aria aperta con l’obbligo del distanziamento, abbiamo constatato tanta voglia di fare bene come se si volesse recuperare il tempo perduto.  Questa carica ha valso a Victoria Gallucci e Chiara Benvenuti di presentarsi alla selezione valutativa che si è tenuta a Piediluco sabato scorso con grande determinazione. Infatti classificandosi seconde in batteria e ottave assolute in finale con un buon tempo che gli è valso la convocazione ufficiale al raduno preparatorio ai Campionati Europei (che si terranno a Belgrado il 26/ 27 settembre 2020).  Grande soddisfazione nel clan giallorosso dove il presidente si è complimentato con le giovani promesse Victoria e Chiara e con l’allenatore Leonardo Antonini per il buon lavoro svolto. La dirigenza è anche molto soddisfatta delle altre attività riprese nell‘impianto del Lago di Roffia. Da giugno infatti si stanno organizzando i campi solari molto partecipati e con un giudizio molto positivo da parte dei genitori ed i bambini.  In più si è potuto riprendere l’attività dei ragazzi speciali che si stanno preparando alla manifestazione di ottobre “Trofeo Paolo Fattori,” gara riservata ad atleti con disabilita intellettiva che vede  sempre una grande partecipazione a livello nazionale. “L’unica amarezza,” dice il presidente Enzo Ademollo, “è che dopo 25 anni di grandi sacrifici ancora non è partito il progetto di realizzazione dell’impianto di canottaggio e canoa su misure regolamentari. Ovviamente questo aspetto non aiuta i nostri atleti ad  avere un impianto dove potersi allenare sulle distanze federali.” Nelle foto: Le ragazze al raduno con l'allenatore Antonini, le ragazze in barca, e attività vari ai campi estivi


Featured Posts